"Il progetto da inizio al percorso creativo che finisce col primo tuffo sul divano."

Cominciamo dall'inizio,

definiamo il progetto.

 

Definizione di progetto

 

Progettare v. tr. [dal fr. projeter, che è dal lat. tardo proiectare «gettare avanti».

 

1. Fare il progetto di qualche cosa, cioè idearla e studiare le possibilità e i modi di eseguirla.

 

 2. Con sign. più generico, ideare, avere l’intenzione di fare qualcosa.

- tratto dalla definizione del vocabolario Treccani -

 

"Il progetto nasce dal desiderio di cambiamento, è l'atto di programmare a breve una serie di attività che coinvolgono discipline diverse con un'unica affinità, TE! "

Un buon progetto di ristrutturazione è un lavoro di gruppo: committente, consulenti, artigiani, aziende. *

Scopriremo che nel processo progettuale/edilizio, sono possibili delle sovrapposizioni di compiti SOLO NEL RISPETTO della competenze dei singoli ruoli.

"Due esempi di progettazione con sovrapposizione di ruoli sono:

  • il progetto - fai da te - dove il padrone di casa è: il consulente, il progettista e spesso è anche l'impresa (intesa come coordinatrice di singoli artigiani - muratori- elettricisti- idraulici - serramentisti - falegnami - marmisti - ecc.  )

  • la fornitura/progetto  - chiavi in mano - dove l'azienda è unico referente per la fornitura di beni e servizi e riceve ampio mandato dai padroni di casa, è quindi progettista e impresa;

Perché - le anomalie di processo- non diventino un disastro, dobbiamo conoscere

"bene"

il processo progettuale e i singoli ruoli.

Questo è l'intento di questa  pagina 

Sfatiamo preconcetti comuni,

cosa non è il progetto:

 

  • non è unilaterale; 

"progetto è condivisione"

  • non è monofonico; 

"progetto è dialogo"

  • non è solo l'operato di un tecnico; 

"progetto è creatività"

  • non è la compilazione ordinata di conoscenze; 

"progetto è intuito"

  • non è solo un disegno chiaro per te e per l'artigiano che esegue i lavori; 

"progetto è previsione dei futuri volumi"

  • non è solo l'elaborato della consulenza professionale;

"progetto è sviluppo di un rapporto amicale tra committenza e consulente"

Alcune definizioni utili di progetto.

 

"Il progetto è un congegno in grado di fornire tutto quello che serve per elaborare il tuo ambiente e restituire una risposta con stile."

"Il progetto è un ordito di fili che garantisce continuità tra gli intenti iniziali e i risultati finali dell'intervento, è una linea guida tra i desideri e lo stile con cui vengono realizzati;"

 

A cosa serve LA PROGETTAZIONE?

 

Programma le fasi di realizzo, elimina gli imprevisti e FACILITA l'esecuzione nel processo edilizio;

 focalizza il risultato sui desiderata iniziali dei committenti e garantisce la coerenza di stile.

Il processo edilizio viene pianificato nel progetto, quantificato nei costi dal computo metrico, inquadrato contrattualmente.

SEMPLIFICA

IL LABIRINTO

BUROCRATICO

Caratteri essenziali del progetto.

Il progetto ordina in una sequenza logica l'iter creativo;

 

 partendo dai desiderata della committenza fino ai materiali di finitura, definisce: gli ingombri degli arredi, dei sanitari, quantifica e dimensiona gli apparecchi per l'illuminazione e per la climatizzazione,

determina l'ultimo originale dettaglio, il tutto con un criterio razionale e creativo questa è l'attitudine del progetto. 

 

I ruoli del processo progettuale

 

I macro ruoli sono tre: il committente, il progettista, l'esecutore delle opere.

 

Il committente è il promotore dell'iniziativa, il progettista è l'attore del processo progettuale, l'esecutore è chi mette in pratica il progetto, un artigiano o un fornitore di beni e servizi.

"La qualità del progetto dipende dalla qualità degli attori, la qualità dei rapporti che è principalmente la capacità di distinzione e di rispetto dei ruoli;

 tante volte mi è capitato di vedere artigiani che in cantiere progettano, progettisti che si sostituiscono ai committenti nel decidere stile e priorità, committenti che si sostituiscono (trascurando le competenze/conoscenze) a consulenti e artigiani."

 

Il ruolo del committente/cliente

Il committente ha tutte le domande del processo progettuale, le 3 più importanti...

  1. Cosa voglio?

  2. Qual è il prezzo da pagare?

  3. Sono disposto a pagarlo?

Al committente va l'onere dell'analisi preliminare;

un esercizio semplice quanto raro.

Semplice perché è sufficiente individuare ciò che giova al processo di rinnovamento e di cambiamento della casa;

raro perché è consueto analizzare i risultati, non comune programmare i miglioramenti.

APPROFONDISCI L'ARGOMENTO NELLA NOSTRA

GUIDA 1 - ANALISI DELLE ESIGENZE

  

 Con le "Guide alla ristrutturazione" trovi dettagli pratici su come ristrutturare.

coprtina guide.JPG

Come interviene il committente nella progettazione, qual è il suo ruolo?

 

Il committente è il primo attore, definisce esplicitamente/implicitamente:

  • gli obiettivi del progetto (esplicitamente);

  • i tempi di realizzazione (implicitamente);

  • i costi dell'intervento (implicitamente).

 

"il committente definisce tempi e costi dell'intervento (implicitamente) con i desiderata di progetto nell'analisi preliminare, inoltre determina tempi e costi  scegliendo i materiali, le finiture, i tipi di lavorazione."

 esempio: un pavimento in resina viene realizzato con 5 o 6 mani di lavorazione con tempi di attesa di giorni tra le mani (in funzione dell'umidità dell'aria e di altri parametri ambientali); stessa cosa per un parquet posato incollato, levigato, tinto e finito in loco; un pavimento flottante pre-finito si installa in 2 gg lavorativi.

Certo tempi e costi sono importanti ma non va mai dimenticato che il coso iniziale è una parte della formazione dei costi; l'analisi delle prestazioni vale certamente più dell'analisi dei costi. 

APPROFONDISCI L'ARGOMENTO NELLA NOSTRA

GUIDA 3 - DEFINIZIONE DEL PROGETTO 

PRESTAZIONI DEI MATERIALI PAG. 21 - PAG. 22

DEFINIZIONE DI COSTO PAG. 23

 

   

Il committente influenza tempi e costi, il progettista con le sue competenze può fornire la soluzione tecnica adeguata e alternativa, questa è la chiave economica che giustifica la consulenza professionale .

Il ruolo del progettista

 

Definizione di progettista

 

progettista s. m. e f. [der. di progetto] (pl. m. -i). – 1. Chi fa il progetto di una costruzione e sim., oppure esegue professionalmente progetti di nuove opere ...

- tratto dalla definizione del vocabolario Treccani -

Il progettista elabora le domande del committente e risponde in ordine di priorità ai desiderata iniziali. Non è l'unico tecnico del processo, ma è sicuramente a lui che spetta il coordinamento di tutti i tecnici. Spesso il progettista è anche direttore dei lavori, in questo caso è la figura che tutela gli interessi della committenza nei confronti di tutti gli attori del processo edilizio.

"Il progettista è chi esegue il progetto intendendo sia chi lo elabora, che chi lo esegue professionalmente; questa è la chiave dell'interazione tra committente e progettista."

Il progettista non prenderà mai le deleghe del committente senza un'analisi attenta dei desiderata. I desiderata sono le aspettative che la committenza ha sulle azioni progettuali nell'obbiettivo finale di trasformare i modi d'uso, l'estetica, i materiali dello stato di fatto. Lo stato di fatto è quanto appare prima delle trasformazioni progettuali. 

Gli elaborati progettuali rappresentano distintamente e con chiarezza le due fasi: stato di fatto, modifiche previste da progetto.

 

Il committente influenza tempi e costi, il progettista con le sue competenze può fornire la soluzione tecnica adeguata e alternativa, questa è la chiave economica che giustifica la consulenza professionale .

Interazioni tra committente e progettista

 

REQUISITI ESSENZIALI

DEL PROGETTISTA

"Sono ben distinti i ruoli e del committente e del progettista ma sono ruoli assolutamente complementari;

quando non sono distinti i ruoli dovranno essere ben distinte le fasi in cui i ruoli vanno esercitati."

un passo alla volta rinnoviamo insieme il tuo immobile

"Il committente sogna,

il progettista -esplicita/razionalizza- il sogno.

Se non si distingue il sogno dal progetto c'è il rischio di risvegliarsi in un incubo ! "

"Il PROGETTO è un percorso a braccetto tra committenza e consulente, far coincidere i due ruoli è possibile ma rischioso e, sicuramente ha un costo, fermati a valutarlo!

 

non perdiamo mai di vista il significato di progetto"

Valutiamo insieme i caratteri essenziali del "progetto fai da te":  

requisiti, rischi, costi.

VAI AL PROGETTO FAI DA TE

   

PROGETTA

AL TUO PROGETTO SERVE UN REGISTA

DEVI SCEGLIELO TU?

Il ruolo di artigiani e imprese

Gli artigiani svolgono un ruolo determinante sullo svolgimento del progetto, determinano:

  1. I limiti tecnici della progettazione.

  2. La qualità esecutiva.

  3. Le sorti finali del progetto.

I limiti tecnologici;

Errore comune è svolgere un progetto poi scegliere l'impresa  

Nell'edilizia residenziale è prassi comune assegnare ad un'azienda l'esecuzione dei lavori, spesso l'azienda ha le proprie maestranze, ancora più spesso appalta ad artigiani diversi parti specifiche di lavorazioni.

Il progettista deve conoscere i limiti tecnici degli esecutori ad esempio un cartongesso piano è alla portata di ogni artigiano, un cartongesso curvo di molti, un cartongesso sferico di pochi. 

La qualità costruttiva;

Conoscere i propri limiti tecnologici, fa dell'impresa la garanzia di qualità.

Il progettista deve avere conoscenza delle qualità tecniche dell'impresa o deve semplificare le opere a tutela del risultato finale.

 Dall'intesa tra progettista e artigiano/impresa scaturisce la soddisfazione del committente. 

Le sorti finali del progetto;

L'impresa determina il risultato sostanziale del progetto 

Nella sostanza dell'esecuzione c'è l'integrità estetica dell'opera architettonica, ci sono linguaggi estetici per cui l'esecuzione è fondamentale altri in cui i volumi le forme prevaricano il virtuosismo tecnico, certo è che realizzare volumi e forme in edilizia non è cosa da poco. 

 
  • YouTube - Bianco Circle
  • Facebook - Bianco Circle
  • Grey Instagram Icona
icon wa.JPG

INDICE ARGOMENTI